ITALIA CAMPIONE DEL MONDO VAURIEN 2019

Sab, 27/07/2019 - 06:40

 

 

 

 

Si è conclusa la 58° edizione del Campionato del Mondo della Classe Vaurien. L'Italia, dominatrice della manifestazione, porta a casa il primo e secondo posto, mentre la Spagna conquista il terzo gradino del podio...

Sin dai primi momenti, ovvero dal considerevole numero di pre-iscritti come ormai da tanti anni non accadeva (84 equipaggi), si era capito che l'evento sarebbe stato potenzialmente un grande successo. In effetti la realtà ha superato ogni previsione: Colico ha mostrato al mondo le sue doti di ospitalità e accoglienza ma soprattutto ha dimostrato che in fatto di vento non è seconda a nessuno. Il Lago di Como ha regalato cinque giorni di regate con una Breva fantastica!

L'organizzazione è stata giudicata da tutti praticamente perfetta, senza sbavature. Dalle fasi di stazza (le misurazioni e la verifica tecnica delle imbarcazioni) che si sono svolte con grande ordine e precisione grazie ai tanti volontari del nostro circolo e al prezioso lavoro degli stazzatori FIV, per passare alla segreteria iscrizioni che ha garantito un processo fluido e veloce della complessa procedura. Senza intoppi anche il flusso di barche, carrelli, auto e camper, ospitati nelle aree messeci a disposizione dal Comune di Colico (grazie!!!)

Poi il corteo e la cerimonia di apertura, guidata con simpatia e maestria dal Corpo Musicale di Villatico, e vissuta con entusiasmo da tutti i partecipanti provenienti dalle undici nazioni presenti. Molto emozionante l'esecuzione di tutti gli inni nazionali mentre il portabandiera, sul palco, manteneva esposta alla Breva la bandiera di ogni nazione. Molto sentita anche la partecipazione dei tanti cittadini e ospiti colichesi che hanno accompagnato e  presenziato alla cerimonia.

Per non parlare poi dell'organizzazione in acqua dove la collaborazione stretta tra Comitato di Regata e assistenza, ha permesso la posa di campi precisi in ogni condizione. Anche a terra tutto ha funzionato; l'uscita e il rientro delle tante imbarcazioni, dallo stretto scivolo di alaggio, sono state gestite in modo da non permettere il formarsi di lunghe code. La gestione del traffico nei momenti di attraversamento stradale dal campo barche alla spiaggia è stata importante, così come perfetta è stata la gestione dei rifocillamenti a tutta l'assistenza. Anche la segreteria di regata è stata all'altezza di un compito tanto delicato e importante senza perdere un solo colpo. E non è possibile dimenticare il grande lavoro fatto per la preparazione dell'area barche, del campo camper, del tendone meeting e dei servizi con tutti i problemi connessi agli allacciamenti elettrici e fognari.

E infine la colorata cerimonia di premiazione e chiusura della manifestazione con passaggio della bandiera Vaurien alla Francia, che ospiterà i prossimi campionati del mondo 2020. Una cena tipica offerta dalla proloco e un concerto coinvolgente hanno scatenato i regatanti in balli e canti fino a tarda notte.

Che dire, un lavoro importante iniziato ormai due anni fa, ci ha portato oggi grande soddisfazione e riconoscimento. Di questo successo il merito principale è senza ombra di dubbio del nostro presidente Maurizio Garbujo che ha voluto e creduto nelle nostre potenzialità e ci ha spinto con grande entusiasmo e coinvolgimento in questa avventura e del vicepresidente Marco Crecchi che, portando l'esperienza già vissuta nell'organizzazione di eventi simili, ci ha permesso di capire che era un obbiettivo possibile. E poi Raffaella Fumagalli che con grande passione si è fatta carico della gestione e dell'organizzazione dei temi più delicati quali quelli della organizzazione e sicurezza in acqua. Tutto il direttivo ha dato grande supporto e forza all'iniziativa continuando a crederci anche nei momenti in cui sembrava un'operazione impossibile. Ma soprattutto andrebbero nominati uno per uno tutti i soci vecchi e giovani che con la loro passione, il loro tempo, la disponibilità e l'entusiasmo si sono prestati a svolgere tutti i lavori necessari, da quelli nobili a quelli meno nobili.  Un grazie a tutti davvero commosso.

Naturalmente un grazie doveroso va anche a tutti gli sponsor ma soprattutto al Sindaco di Colico Monica Girardi e a tutta l'amministrazione comunale per il suo sostegno e alla proloco di Colico presieduta da Tullio Cristini per il grande e importante ruolo svolto in questa importantissima occasione.

Doveroso ringraziare anche i circoli nostri carissimi amici per il supporto e contributo dato in uomini e mezzi, AVAL CDV Gravedona e Marvelia di Dongo, senza dimenticare tutti gli amici Giudici e Udr che hanno dato il loro preziosissimo contributo con professionalità e passione guidati dal giudice internazionale e consigliere federale Dodi Villani.

Impossibile terminare senza dire dei nostri gloriosi tre equipaggi partecipanti all'evento;

32° assoluti - Filippo Rinaldi e Stefano Grulli

59° assoluti - Marco Crecchi e Emilio Colombo

73° assoluti e 3° nella categoria wooden - Antonio Giovenzana e Gianluca Andreotti

E' stato fantastico!

 

 

 

 

 

AllegatoDimensione
vaurien_overall_results_20_0.pdf77.2 KB